VI settimana di Quaresima: La Settimana Santa

VI settimana di Quaresima: La Settimana Santa

Introduzione alla Pasqua per convivere ogni giorno con il Risorto

1. Dall'Evangelii Gaudium

n.13

...Gesù ci lascia l’Eucaristia come memoria quotidiana della Chiesa, che ci introduce sempre più nella Pasqua (cfr Lc 22,19). La gioia evangelizzatrice brilla sempre sullo sfondo della memoria grata: è una grazia che abbiamo bisogno di chiedere. Gli Apostoli mai dimenticarono il momento in cui Gesù toccò loro il cuore: «Erano circa le quattro del pomeriggio» (Gv 1,39).

[Continua a leggere]

 
Intervista della “Radio Italia” di Puebla

Intervista della “Radio Italia”, d Puebla, in Messico, a Giulia Paola Di Nicola e Attilio Danese, da parte del giornalista- italianista Gustavo Martinez.
Nell’intervista, dopo aver presentato  Giulia Paola e Attilio e la loro attività culturale, si parla dei coniugi Maria e Luigi e dell’associazione AMARLUI

Ascolta l'intervista

 
V settimana di quaresima - Trasfigurare. La famiglia ad immagine di Dio

V Settimana di Quaresima

Dall'umanesimo familiare  alle  Cinque strade per Firenze 2015

 

a cura  di A. Danese e G.P. Di Nicola copresidenti dell'associazione  AMARLUI

Trasfigurare. La famiglia ad immagine di Dio

 

Trasfigurare. La famiglia ad immagine di Dio

 

1. Da Evangelii Gaudium

262. Evangelizzatori con Spirito significa evangelizzatori che pregano e lavorano. Dal punto di vista dell'evangelizzazione, non servono né le proposte mistiche senza un forte impegno sociale e missionario, né i discorsi e le prassi sociali e pastorali senza una spiritualità che trasformi il cuore. Tali proposte parziali e disgreganti raggiungono solo piccoli gruppi e non hanno una forza di ampia penetrazione, perché mutilano il Vangelo. Occorre sempre coltivare uno spazio interiore che conferisca senso cristiano all’impegno e all’attività.

Senza momenti prolungati di adorazione, di incontro orante con la Parola, di dialogo sincero con il Signore, facilmente i compiti si svuotano di significato, ci indeboliamo per la stanchezza e le difficoltà, e il fervore si spegne. La Chiesa non può fare a meno del polmone della preghiera, e mi rallegra immensamente che si moltiplichino in tutte le istituzioni ecclesiali i gruppi di preghiera, di intercessione, di lettura orante della Parola, le adorazioni perpetue dell'Eucaristia. Nello stesso tempo «si deve respingere la tentazione di una spiritualità intimistica e individualistica, che mal si comporrebbe con le esigenze della carità, oltre che con la logica dell'Incarnazione». C’è il rischio che alcuni momenti di preghiera diventino una scusa per evitare di donare la vita nella missione, perché la privatizzazione dello stile di vita può condurre i cristiani a rifugiarsi in qualche falsa spiritualità.

[Continua a leggere]

 
IV Settimana di Quaresima per Firenze 2015

IV Settimana di Quaresima

Dall'umanesimo familiare  alle  Cinque strade proposte

dalla Traccia per Firenze 2015


a cura  di A. Danese e G.P. Di Nicola copresidenti dell'associazione  AMARLUI


Educare,

1. Dall'Evangelii Gaudium

n. 64 .... Viviamo in una società dell’in­formazione che ci satura indiscriminatamente di dati,      tutti allo stesso livello, e finisce per portar­ci ad una tremenda superficialità al momento   di impostare le questioni morali. Di conseguenza, si rende necessaria un’educazione che     insegni a pensare criticamente e che offra un percorso di maturazione nei valori.


163. L’educazione e la catechesi sono al servi­zio di questa crescita. Abbiamo a disposizione già diversi testi magisteriali e sussidi sulla catechesi offerti dalla Santa Sede e da diversi Episcopati. Ricordo l’Esortazione apostolica Catechesi traden­dae (1979), il Direttorio generale per la catechesi (1997) e altri documenti il cui contenuto attuale non è necessario ripetere qui. Vorrei soffermarmi so­lamente su alcune considerazioni che mi sembra opportuno rilevare.

[Continua a leggere]

 
III Settimana di Quaresima con la Chiesa Italiana che si prepara per "Firenze 2015"

III Settimana di Quaresima con la Chiesa Italiana che si prepara per "Firenze 2015"

a cura  di A. Danese e G.P. Di Nicola copresidenti dell'associazione  AMARLUI

Abitare con gli ultimi

Il seme caduto in terra ‘abita’ la terra, fino a marcire. Ma «proprio abitando la terra germoglia, come in dialogo e in cooperazione con tutto ciò che lo avvolge e lo racchiude».«Il seme del Vangelo - ha affermato mons. Meini - ci abilita ad ‘abitare' la terra, la città degli uomini, a coltivarla e renderla feconda, secondo la benedizione originaria di Dio. Dove arriva il Vangelo tutto rivive». Di qui l'auspicio: «Possa ogni novità nella Chiesa essere sempre un germoglio del Vangelo di Cristo. Possa così la Chiesa abitare la città degli uomini per fecondarla con tanti germi di bene, che esprimono nella civiltà dell'amore un nuovo umanesimo caratterizzato dalla sapienza del Vangelo». Il Signore poi: «sfama col pane e educa con la Parola. Educa alla verità che sola, se conosciuta, fa liberi gli uomini».

[Continua a leggere]

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 6