LETTERA DI FANTASIA DIRETTA ALLA MOGLIE DI UN GOVERNANTE PERCHÈ…..DIETRO UN GRANDE UOMO CI SIA UNA DONNA IMMENSA!!!!

image1

Ciao Angelica(nome di fantasia)

ti scrivo come moglie perché credo fermamente in quella frase che dice: “dietro a un grande uomo c’è una grande donna”

Questo lo credo per tutte le mogli che hanno scelto la chiamata al matrimonio e, soprattutto, quelle che al centro della coppia hanno posto un fondamento roccioso: Gesù Cristo!

Penso che voi siate questo tipo di sposi….amici di Gesù.

Da questo infatti nasce il coniugio, che vuol dire “cum iugum”, camminare fianco a fianco (come i buoi del resto), allo stesso passo per l’accompagnamento che uno ha dell’altro, insieme, verso la

stessa meta. La particolarità è che il giogo,visto dall’alto ha la forma di una croce.

Credo che voi avete scelto di essere questo.

E se la scelta è avvenuta in questo modo, significa che vi amate nella fragilità reciproca e che, in ogni povertà dell’uno e dell’altro vi arricchite per colmare le mancanze reciproche, così come  gioite nelle vostre pienezze.

Io, all’inizio del mio matrimonio, ho mancato nel capire questo e, laddove mio marito mancava in qualche cosa, non ero capace di colmare e anzi, forse,fomentavo ciò che non era proprio il bene.

Infatti per un tempo ci stavamo perdendo perché lui ambiva per la sua gloria (da professionista) e io mi distraevo in altre faccende affaccendata.

Poi siamo rinati, ci siamo ricostruiti nella consapevolezza e abbiamo generato il primo “figlio” della coppia, cioè il NOI.

Non certo perfetti ma ricostruiti e forti!!!!

Un Noi diventa il meglio per l’educazione ai propri figli e nelle relazioni in genere.

In ogni nostra azione, seppur separata, perché ognuno ha il suo ruolo e il suo compito, ci sentiamo spesso ripetere….”dietro un grande uomo c’è una grande donna”!!

In realtà siamo due creature povere, fragili e sempre bisognose e, ogni volta che ci è permesso di compiere un buon gesto per il bene di qualcuno, ci ricordiamo sempre quell’unica frase detta a Pilato, da Gesù, quando, dopo aver taciuto per tutto il tempo, Pilato con grande altisonanza disse:”..tu sai che io ho il potere di liberarti o condannarti??…” e Gesù rispose “..tu non avresti alcun potere se non ti fosse dato dall’ALTO”.

Quanto è verissima questa cosa!!!

Basta un battito d’Ali che Dio Padre può cambiare l’agire di una persona, la può fiaccare in un secondo!!!

Pensa quanta fiducia ripone in noi tutti quando ci fa strumenti per gli altri.

Penso a Francesco (nome di fantasia), tuo marito.

Chissà con quanto amore l’ha guardato Dio quando l’ha messo a capo di ciò che Dio stesso ha creato: il popolo!!!

Fatto di creature ad immagine e somiglianza divina, tutti fratelli, in quanto figli di uno stesso Padre.

A me è capitato lo stesso quando mio marito è diventato il responsabile nel suo ambito. La prima cosa che ho fatto è stata questa preghiera: “Signore, ti prego, fai che questa sia una vocazione, una chiamata”.

Non permettere mai che possa cambiare la nostra famiglia in ciò che non è Vero.

Fai di mio marito uno strumento nelle tue mani, che non accada mai che scambi il sentirsi chiamato per il bene delle persone con la sua gloria, il suo prestigio, il successo, il compromesso politico (come accade per la maggior parte delle cariche )

Ti prego Signore di usarlo sempre come strumento per la vita e non per la morte, cioè sia sempre

sottoposto alla tua sapienza in ogni scelta tecnica, pratica, operativa.

Rendici testimoni che il lavoro è un mezzo e casomai togli ciò che non è usato come tale.

Non permettere mai che la tenebra possa confondere la retta coscienza, quell’araldo che tu usi Signore per annunciare al nostro cuore, mente e orecchio la Verità sempre.

Se mio marito confonderà la luce con la tenebra e il demonio lo farà confondere che io sappia

sostenerlo!!! E ciò sia reciproco!!

Noi saremo questi testimoni per i nostri figli e non potremo mai “prostituirci” per nessuno specchietto luccicante.

E come moglie, donami quella saggezza del cuore e delle idee, affinché accompagnare le scelte quando le pressioni diventeranno massacranti, ma, questo,Signore per me è più facile perché mi nutro di te, quotidianamente e mi dai la benzina per sostenere enormi pesi…”

Ed è per questo che un uomo diventa un grande, anzi, cosa ancor più splendida….un santo!!!

Questo è ciò che fa di noi, coppie sposate in Cristo, la novità: diventare Santi, l’uno attraverso l’altra.

Ecco Angelica, oggi, mentre vivevo un’ora del mio tempo davanti al Santissimo Sacramento, mi sei venuta in mente e ho pensato che, in questo momento, di fragilità di tuo marito anche tu ti sei “fiaccata”.

Forse non riesci ad aiutarlo in questa tenebra nella quale può essere caduto. Non riconosci più quell’uomo scelto per i suoi talenti. Ti chiedi, magari, dove è finita quell’amabilità che lo caratterizzava?

E tu come ti senti ora, oggi, in questo tempo??

Ecco perché oggi vi ho pensato tanto come coppia e come genitori e vorrei gridare anche io, come tanti…….

“Dietro a un grande uomo c’è una donna immensa!!”

Ascoltami Angelica perché tu puoi fare molto per il bene!!

Grazie di cuore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *