II Settimana di Quaresima con la Chiesa Italiana che si prepara per "Firenze 2015"

a cura  di A. Danese e G.P. Di Nicola copresidenti dell'associazione  AMARLUI

 

B- Annunciare  il Vangelo della  misericordia e della gioia

 

1. Dall'Evangelii Gaudium

 

21. La gioia del Vangelo che riempie la vita della comunità dei discepoli è una gioia missionaria. La sperimentano i settantadue discepoli, che torna­no dalla missione pieni di gioia (cfr Lc 10,17). La vive Gesù, che esulta di gioia nello Spirito Santo e loda il Padre perché la sua rivelazione raggiunge i poveri e i più piccoli (cfr Lc 10,21). La sentono pieni di ammirazione i primi che si convertono nell’ascoltare la predicazione degli Apostoli «cia­scuno nella propria lingua» (At 2,6) a Pentecoste. Questa gioia è un segno che il Vangelo è stato annunciato e sta dando frutto. Ma segue la dinamica dell’esodo e del dono, dell’uscire da sé, del camminare e del seminare sempre di nuovo e oltre. Il Signore dice: «Andiamocene al­trove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!» (Mc 1,38). Quando la semente è stata seminata in un luogo, Egli non si trattiene per spiegare meglio o per fare segni ulteriori, bensì parte verso altri villaggi seguendo l’ispirazione dello Spirito.

[Continua a leggere]